Home Cronaca Comune di Pomigliano d’Arco: Iscrizione al Registro Caregiver della Regione Campania per Assistenza Familiare

Comune di Pomigliano d’Arco: Iscrizione al Registro Caregiver della Regione Campania per Assistenza Familiare

5 Minuti di lettura
0
1
98
digital agency Whooho!

Se la pandemia da COVID-19 ha toccato e segnato le fragilità di non poche persone, provocando loro difficoltà e disagi, è vero anche che essa ha permesso un maggiore mutamento evolutivo per determinate problematiche legate a una specifica fascia di persone.

Nella fase pandemica, e ancor di più nel lockdown, alcuni sono stati costretti a un isolamento sociale forzato che ha evidenziato una problematica legata alle fragilità e difficoltà di alcune persone.

Tra queste, i diversamente abili e le loro famiglie, che vivendo le regole ristrette del lockdown, hanno ulteriormente avvertito il peso aggravato dalle loro problematiche di base. Ciò ha permesso loro di evidenziare ancor di più la necessità, da parte degli interessati, dell’accelerazione dell’attuazione di un disegno di legge specifico. Un decreto di legge per delineare una figura specifica: quella dei “caregiver familiari”.

Ovvero, coloro i quali, in maniera gratuita, assistono e si prendono cura in modo continuativo (24 h su 24) di un familiare con disabilità o patologia invalidante. L’ISTAT stima che in Italia, in media, il 17,4% della popolazione (oltre 8,5 milioni di persone) è caregiver, occupandosi cioè di assistere chi ne ha bisogno. Di questi, il 14,9% (quasi 7,3 milioni) lo fa soprattutto verso i propri familiari.

Tutto questo ha scosso le coscienze tracciando a livello di legislazione italiana la concretezza della figura del “caregiver familiare”. A cui la Ministra della Disabilità Alessandra Locatelli, unitamente al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Marina Calderone, il 18 gennaio 2024, ha insediato il Tavolo tecnico per una legge statale per i Caregiver familiari.

La durata del tavolo sarà di sei mesi e lavorerà per formulare proposte per l’elaborazione di un disegno di legge volto al riconoscimento del ruolo svolto dal caregiver familiare, individuando con esso il ruolo del caregiver all’interno di un sistema integrato di presa in carico della persona con disabilità. Una risposta concreta a tutte quelle persone che amano e curano i propri cari

A tal fine, il comune di Pomigliano d’Arco avvisa la cittadinanza che la Regione Campania ha messo a disposizione dei familiari che assistono un parente affetto da infermità o disabilità, riconosciuto invalido o titolare di indennità di accompagnamento, la possibilità di trasmettere alla Regione Campania – Direzione Generale per le Politiche sociali e socio-sanitarie la domanda di iscrizione al Registro Caregiver familiare.

Il servizio digitale dedicato, denominato “Registro Caregiver familiare”, è accessibile sul Catalogo dei servizi digitali di Regione Campania, esclusivamente tramite identità digitale (SPID/CIE/CNS), al link

https://servizi-digitali.regione.campania.it

Possono iscriversi i familiari della persona con disabilità fino al terzo grado di parentela o delegato del familiare munito di delega sottoscritta dal familiare, potrà presentare un’unica istanza di iscrizione. Il servizio sarà attivo dalle ore 00.00 del 21 dicembre 2023 e resterà sempre attivo. Sarà possibile presentare la domanda in qualsiasi momento.

L’ambito territoriale n25 resterà a disposizione per dare supporto ai cittadini nei giorni Lunedì dalle 9.00 alle 13.00, Martedì dalle 9.00 alle 13.00/15.00 alle 18.00, Mercoledì dalle 9.00 alle 13.00, Giovedì dalle 9.00 alle 13.00/15.00 alle 18.00, Venerdì dalle 9.00 alle 13.00.

 

Di Maria Rosaria Ricci

Mostra ulteriori articoli correlati
Mostra di più By Maria Rosaria Ricci
Mostra di più in Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliamo anche

Paneapolis: Festa del Pane e dei Valori Sociali a Napoli

  Dal 15 al 19 maggio 2024, Napoli si trasforma nel fulcro di un’esperienza uni…