Home Benessere e Bellezza Fitness L’allenamento dopo la Pandemia: come iniziare e perchè farlo!

L’allenamento dopo la Pandemia: come iniziare e perchè farlo!

8 Minuti di lettura
0
9
189
digital agency Whooho!

Si sa che Settembre è il mese degli inizi, dei buoni propositi e delle aspettative. È il Lunedì dei lunedì, il Gennaio più gennaio che ci sia.
Notorio è che tutti, dopo l’estate, vogliono mettersi in forma e quale modo migliore se non associare ad una sana alimentazione un corretto allenamento.
Dopo più di un anno e mezzo in cui il mondo sembra essersi fermato, il fitness sta cercando, a più riprese, di riprendere, incontrando purtroppo le difficoltà dovute ai mille dubbi che assalgono, a giusta causa, gli utenti delle strutture sportive.
Sono Vincenzo Quartuccio, istruttore di sala e personal trainer di Terme Vesuviane e in questo articolo proverò a spiegarvi il mio punto di vista.

La pietra miliare su cui si fonda il mio ragionamento è che praticare l’esercizio fisico apporta benefici non solo al corpo- nella duplice accezione estetica e salutare- ma anche alla mente e all’anima oltre che fattore di aggregazione e momento ricreativo che favorisce i rapporti e le relazioni tra gli individui nonché una sana competitività.
Fatta tale premessa è necessario capire quale strada imboccare, in assoluta sicurezza, per ritornare ad allenarsi più spensierati e più motivati di prima.
Innanzitutto bisogna individuare la disciplina più adatta alle nostre esigenze tra le tante esistenti sul mercato, basti pensare alla sala attrezzi, all’allenamento funzionale, al pilates, solo per menzionare quelle più risapute.
Poi è necessario superare i limiti della non conoscenza e della paura per riapprocciare placidamente allo sport. Sciogliamo alcune riserve!
Il Covid 19 ha cambiato le nostre vite e le nostre abitudini, ci ha privato dell’affetto che spontaneamente si palesava ad ogni occasione di incontro, ha mascherato sorrisi e seminato timore e tante incertezze generando confusione e titubanza nelle scelte quotidiane.
Con l’arrivo della vaccinazione sembra intravedersi la luce in fondo a quel tunnel scavato dal virus il 9 Marzo 2020. Nessuno potrà mai dimenticare l’appiattimento e la staticità di quei lunghi ed interminabili giorni di pandemia trascorsi per sopravvivere ma senza vivere per davvero.

Oggi la realtà si è plasmata a nuove consuetudini che fanno parte del nostro vivere ed è sulla scorta di queste ultime che, oculatamente, si ritorna ad esistere.
Ma quali sono le caratteristiche che una struttura deve possedere affinché l’allenamento sia garantito in totale sicurezza?
Spesso il criterio di scelta si incentra, esclusivamente, sul vantaggio economico: ci si lascia abbagliare da abbonamenti low cost che sembrano offrire piuttosto che negare dando luogo ad iscrizioni di serie in cui l’iscritto è solamente un numero che neanche verrà seguito nel percorso evolutivo.
L’unico risultato raggiungibile? Sentirsi soli e inadeguati abbandonando il campo di guerra perché nessun obiettivo sembra, possibilmente, realizzabile.
Tale concetto non deve indurci, dunque, nel cadere in una falsa rappresentazione: “non dobbiamo investire un rene per essere allenati da un qualche “guru” del fitness, vi deve essere, costantemente, il giusto equilibrio tra il prezzo chiesto e la qualità del servizio offerto”.
Altro elemento, precipuo a mio avviso, da non sottovalutare per evitare pentimenti e scelte sbagliate è dato dal complesso di macchinari ed attrezzature.
Non lasciamoci “abbagliare” dagli strumenti di ultima generazione riconducendoli all’erronea convinzione che possono darci di più.
Ricordiamoci che l’unica forza in grado di cambiare noi stessi è la sola forza di volontà!


Inoltre una struttura, degna di tale reputazione, offre servizi ma non vende illusioni.
State alla larga da tutte quelle che coartano la vostra volontà e a tutti i costi tentano di vendervi, a mezzo del loro personale, prodotti “miracolosi” o comunque sconvenienti senza utilità alcuna.
Strategia, sovente, utilizzata è quella di legare ad abbonamenti annuali il cliente attirandolo con un prezzo basso quasi irrisorio: siamo persone non allodole le strategie di marketing teniamole lontane da una cosa così nobile qual è lo sport!
Optate, invece, per quella struttura che ex ante l’iscrizione vi fa conoscere lo staff dando modo di creare un rapporto che condurrà, con il lavoro di entrambe le parti, ad una sinergia profittevole.
Il bravo istruttore di sala è colui che dialoga con il proprio cliente perché lo sente amico , innanzitutto, si informa circa lo stile di vita attuale e passato di quest’ultimo per modellare la scheda di allenamento ed eventualmente modificarla perché siamo persone e non numeri.


Infine, ma non per ordine di importanza, accertatevi che vengano rispettate tutte le normative igieniche anti-covid per il bene e per la salute di tutti.
Vero è che i dati statistici non allarmano: le sanificazioni in palestra avvengono, ritualmente, dopo qualsiasi utilizzo!
Anche gli ingressi vengono scaglionati per favorire il controllo e, quindi, la sicurezza.
Sentitevi liberi di riprendere in mano la vostra vita, il mondo non si è mai fermato e non facciamolo neanche noi.

Nel prossimo articolo stilerò una classifica di quali sono le discipline che ritroviamo nelle strutture fitness e quali sono i benefici annessi.

Mostra ulteriori articoli correlati
Mostra di più By Vincenzo Quartuccio
Mostra di più in Fitness

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliamo anche

Donne, Uomini, sodi e forti? Ecco l’allenamento funzionale e i suoi benefici

Negli ultimi anni l’allenamento funzionale ha registrato un grande successo e raccol…