Home Benessere e Bellezza Fitness Donne, Uomini, sodi e forti? Ecco l’allenamento funzionale e i suoi benefici

Donne, Uomini, sodi e forti? Ecco l’allenamento funzionale e i suoi benefici

5 Minuti di lettura
0
2
68
digital agency Whooho!
Negli ultimi anni l’allenamento funzionale ha registrato un grande successo e raccolto plurimi consensi. Tale considerazione è confermata non solo dal dato statisticamente verificabile ma, soprattutto, da una crescente domanda da parte degli utenti.
Ad honor del vero, è molto difficile oggi non trovarlo in una struttura fitness!
Sono Vincenzo Quartuccio personal trainer operante presso Terme Vesuviane (site in Torre Annunziata) e da anni mi occupo, principalmente, di questa disciplina.
Per certo il marketing online ha incoraggiato l’evoluzione della suddetta soprattutto perché a praticarla sono i volti noti delle influencer, showgirl e dei personaggi famosi dello spettacolo.
È necessaria, tuttavia, una precisazione.
Ancora oggi molti utenti confondono l’allenamento funzionale con il Crossfit.
Le due discipline, in realtà, convergono solo ed esclusivamente per alcuni esercizi, le differenze sono notevoli, prima tra tutte l’intensità dell’allenamento.
E’ doveroso menzionare i numerosi benefici raggiungibili sia sul piano fisico (come aumentare la forza, la resistenza, migliorare l’ agilità e il coordinamento) sia su quello estetico (abbinando sempre al giusto allenamento una corretta alimentazione).
Sono tantissimi, infatti, gli atleti che hanno migliorato la loro composizione corporea e ottenuto miglioramenti nel complesso.
Già analizzando la radice terminologica si scopre che la disciplina è basata sulla funzionalità del movimento rendendolo efficace ed efficiente.
Inconsapevolmente si praticano i medesimi gesti motori anche nella vita quotidiana. Facciamo qualche esempio: la classica “accosciata” (squat, affondi, step up, etc.) può essere compatibile col gesto che facciamo quando ci si alza da una sedia o si fanno le scale ma migliorati.
Sul piano tecnico, in qualità di personal trainer, scompongo l? allenamento funzionale in circuiti logici e programmazioni che cambiano ogni 4/6 settimane. In alcuni periodi assegno i programmi ai vari gruppi che suddivido, a loro volta per classi, in base alla loro preparazione e alla forza sviluppata.
Il compito principale per un bravo allenatore è quello di stimolare ciascun atleta, potenziare le capacità e creare un sereno ambiente lavorativo. La palestra è come un laboratorio scientifico in cui si crea e si sperimenta. A tal proposito occorre dividere chi inizia adesso da chi è veterano. Se così non fosse un neofita potrebbe sentirsi a disagio lavorando con altri atleti muniti di maggiore esperienza, inconvenienza questa che si tradurrebbe inevitabilmente, con l’abbandono della disciplina. Stesso discorso lo si ricollega a tutti gli amanti dell’allenamento funzionale che lo praticano da anni ed avvertono la necessità di sfidare la propria preparazione.
Al fine di stimolare una sana competitività preparo periodicamente delle gare di resistenza per alcuni esercizi.
Un ultima riflessione, non per ordine di importanza, sono solito fissare una consulenza con i nuovi iscritti per scoprire il loro storico e valutare/verificare il loro grado di preparazione a seguito di un paio di allenamenti in sala attrezzi. Questo primo appuntamento conoscitivo è necessario per comprendere se ci sono già le basi per affrontare fin da subito questo tipo di allenamento o è necessaria, dapprima, una preparazione di un paio di settimane.
Concludo la rubrica con un consiglio furbo: Chiunque avesse intenzione di intraprendere l’allenamento funzionale dovrà munirsi di un certificato medico e fare un test di sforzo mediante elettrocardiogramma perché la salute ricordiamolo, è il bene più prezioso. Al prossimo appuntamento.
Mostra ulteriori articoli correlati
Mostra di più By Vincenzo Quartuccio
Mostra di più in Fitness

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consigliamo anche

L’allenamento dopo la Pandemia: come iniziare e perchè farlo!

Si sa che Settembre è il mese degli inizi, dei buoni propositi e delle aspettative. È il L…